MOTHMAN – L’Uomo Falena vive tra noi

Statua che riproduce il Mothman o Uomo Falena
Una misteriosa creatura, alla fine degli anni ’70 terrorizzò gli abitanti di Charleston in West Virginia.
Chi lo aveva incontrato, lo descrisse come un essere molto alto, dalle sembianze umane, dagli occhi rossi, luminosi e dotato di grandi ali con cui si spostava molto velocemente.
La prima testimonianza attendibile, risale al12 Novembre 1966. Alcuni uomini stavano lavorando in un cimitero vicino a Clendenin, quando videro una figura umana, di colore marrone e dotata di ali “sollevarsi in aria dagli alberi vicini”.
15 Novembre 1966. Due coppie stavano attraversando in automobile la zona nei pressi della fabbrica di TNT, in disuso dalla Seconda guerra mondiale, quando videro due strane luci rosse all’ombra di un vecchio generatore accanto al cancello.
Avvicinatisi, realizzarono che le luci erano gli occhi luccicanti di un

Spesso il Mothman insegue i testimoni, terrorizzandoli!

grosso animale “dalla forma umana, ma più grosso, fra i sei e mezzo e sette di piedi di altezza [circa due metri], con grandi ali ripiegate sulla schiena”. Terrorizzati, fuggirono verso la città, seguiti per un certo tratto dalla creatura in volo (che, stranamente, non sembrava sbattere affatto le ali per volare!).

 

Giunti a Mason County, raccontarono l’accaduto al vicesceriffo Millard Halstead, che in seguito ebbe a dichiarare:
– Conosco i ragazzi da quando sono nati. Roger e Linda Scarberry e Steve e Mary Mallette di Point Pleasant, non si sono mai messi nei guai e quella notte erano davvero spaventati.
Li ho presi sul serio, il terrore era autentico quanto il loro racconto, per chi ha raccolto la loro prima testimonianza. –

Il nome “Mothman”, nasce dalla fantasia di un giornalista locale e dalla sua passione per Batman. L’Umo falena, si muoveva con il favore delle tenebre, era veloce quanto misterioso.
Gli avvistamenti in zona, in genere sempre nei pressi della fabbrica, si susseguono per mesi e le descrizioni sono tutte molto simili.

Crollo del Ponte di Silver Bridge

Dicembre 1967. Point Pleasant viene colpita da una terribile disgrazia; il Silver Bridge, il ponte sospeso sul fiume Ohio, crolla nell’ora di punta, causando la morte di 46 persone.
Alcune persone collegano l’apparizione del Mothman alla tragedia, perché sostengono che lui volesse avvisare la popolazione del grave pericolo che stava correndo. 

L’Uomo-Falena e le sue scorribande, si susseguirono per 13 mesi; periodo in cui disgrazie e fatti strani, riempiono le pagine dei giornali locali. Secondo alcuni osservatori, Point Pleasent, sarebbe divenuta bersaglio della maledizione di un capo indiano assassinato a tradimento, insieme a suo figlio dagli inglesi, decenni prima.
Uomo Falena in volo tra i grattacieli
Questa teoria si sgretola quando la presenza del Mothman, viene segnalata sulla centrale nucleare di Černobyl e viene immortalata a New York dopo la caduta delle Torri Gemelle.
C’è chi collega il fenomeno, al fatto che nei dintorni di Point Pleasant, ci sia una delle poche porte spazio-temporali presenti nella Terra e che i nativi americani, consideravano questa zona sacra, ma fu violata da alcuni residenti e per questo puniti con la insolita presenza.

Elenco avvistamenti

L'Uomo Falena in perlustrazione del territorio
1 Settembre 1966 – Scott Missouri – Diverse persone adulte osservano un oggetto a forma d’uomo che manovra a bassa quota

1 Novembre 1966 – Camp Conley Road – Una Guardia Nazionale osserva una grande figura umana bruna posta su un ramo d’albero

12 Novembre 1966 – Cimitero di Clendenin – Cinque maschi adulti osservano un oggetto volante bruno a forma d’uomo

15 Novembre 1966 – Area TNT vecchia centrale elettrica Point Pleasant – Due coppie di Sposi avvistano un essere grigiastro dotato di 2 occhi rossi luminosi

16 Novembre 1966 – Area TNT presso Igloo – Tre adulti, osservano un essere grigio, alto e dotato di 2 occhi rossi luminosi

17 Novembre 1966 – Statale 7 Cheschire Ohio – Un ragazzo osserva un essere grigio di forma umana dotato di occhi rossi luminosi e con una apertura alare di 3 metri

18 Novembre 1966 – Area TNT – Due Pompieri osservano un essere molto alto e gigantesco dotato di occhi rossi luminosi

20 Novembre 1966 – Campbells Creek – Sei adolescenti avvistano un essere grigio, alto, dotato di occhi rossi luminosi

24 Novembre 1966 – Point Pleasant – Due adulti e due bambini, notano un essere gigantesco che vola dotato di occhi rossi luminosi
Rappresentazione del Mothman

25 Novembre 1966 – Autostrada nei pressi di AREA TNT – un uomo in macchina incontra un essere alto, grigio con occhi rossi luminosi che l’insegue

26 Novembre 1966 – Lowell Ohio – Due adulti e due bambini osservano 4 uccelli giganteschi di colore bruno alti 1,5 metri con un’apertura alare di 3 metri

27 Novembre 1966 – Statale Albans – Una casalinga osserva un essere grigio con occhi rossi luminosi più alto di un uomo, fermo sul prato

27 Novembre 1966 – Manson – Una ragazza avvista un essere alto e grigio a forma d’uomo con 3 metri di apertura alare con occhi rossi luminosi. Insegue l’auto

27 Novembre 1966 – Statale Albans – Due ragazze osservano alcuni esseri grigi alti 2,10 metri che le inseguono a piedi

4 Dicembre 1966 – Aeroporto di Gallipolis Ohio – Cinque piloti osservano un uccello gigantesco dal collo lungo per un primo tempo scambiato per un aereo che poi si avvicina a loro ad una velocità di 110 Km/h costante senza sbattere ali

6 Dicembre 1966 – Maysville Kentucky – Un postino osserva un essere gigantesco simile ad un uccello in volo

6 Dicembre 1966 – Area TNT – Due adulti osservano una figura grigia dagli occhi rossi e luminosi che li assale

7 Dicembre 1966 – Statale 33 Ohio – Quattro donne osservano un essere volante la cui forma ricorda un uomo, di colore bruno-argenteo e dagli occhi rossi luminosi

8 Dicembre 1966 – Statale 35 – Due donne osservano su di una collina una figura indistinta che ha occhi rossi luminosi

11 Dicembre 1966 – Area TNT – Un ragazzo e un uomo, osservano una figura dall’aspetto umano di colore grigio in volo a grande velocità

11 Dicembre 1966 – Statale 35 – Una donna osserva un enorme essere grigio con occhi rossi luminosi che sorvola la sua auto

11 Gennaio 1967 – Point Pleasant – Una casalinga osserva un essere alato delle dimensioni di un piccolo aereo che vola a bassa quota

12 Marzo 1967 – Letert Falls Ohio – Una donna osserva un grande essere volante dal pelo bianco dalla lunga apertura alare (3 metri) che passa davanti alla sua auto

19 Maggio 1967 – Area TNT – Una donna osserva un essere volante dagli occhi rossi luminosi che si avvicina ad un oggetto rosso librato in aria e scompare

2 Novembre 1967 – Area TNT – Una donna osserva una figura grigia gigantesca simile ad un uomo che sorvola un campo sfiorando il suolo

7 Novembre 1967 – Chief Cornstalk Park – Quattro uomini mentre erano a caccia, osservano una figura gigantesca con gli occhi rossi luminosi. Uno di loro dirà che non ebbe la forza di sparare all’essere perchè in preda al terrore.
(fonte Pravda e Wikipedia)

Descizione del Mothman

Disegno eseguito in base alle testimonianze
Elementi comuni, presenti nelle varie testimonianze raccolte all’epoca nella descrizione dell’Uomo Falena
– Altezza: circa 2 metri.
– Occhi: dotati di luminosità propria, rosso-vivi, distanziati tra loro, di un diametro approssimativo di 5-8 cm.
– Gambe: di tipo umano; l’essere fu visto in posture erette, mentre la deambulazione avvenne con passo strascicato.
– Ali: di aspetto simile a quelle di un pipistrello, vennero viste ripiegate contro il dorso quando non utilizzate e sembrarono vantare un’apertura di circa 3 metri quando adoperate in volo.
Venne riferito da più testimoni come il volo avvenisse mantenendole rigide, senza cioè che venissero battute. – Velocità: avrebbe seguito, senza alcun problema, l’andatura di automobili che si muovevano a 120-160 Km/h.
– Verso: alcuni testimoni affermarono che la creatura sembrò emettere in volo dei ronzii metallici. A Point Pleasant si trova una scultura che rappresenta il Mothman (opera di Robert Roach) e che è molto simile alla creatura descritta. Analisi del fenomeno Le prime apparizioni documentate risalgono al 1878.

Simboli o disegni simili, che richiamano la figura del Mothman, sono presenti in molti siti,
Escludendo graffiti, dipinti disegni rupestri, …individuati in tutto il Mondo, perché risalenti ad epoche precedenti, molto più lontane nel tempo. Le apparizioni in Virginia risultano “speciali”, per il numero considerevole di testimoni, la vicinanza dei contatti visivi ed il loro protrarsi nel tempo, nello stesso luogo. C’è chi collega la strana creatura, alla città di Detroit la città delle officine dove si costruivano le automobili, la “GENERAL MOTORS”! – Molti dei testimoni “dell’uomo-falena” sono intelligenti, ben istruiti e possiedono una buona reputazione nella loro Comunità, non si tratta certo di visionari. La regione di Point Pleasant e’ molto industrializzata, vi si trovano molte fabbriche lungo il fiume Ohio e la mano d’opera e’ molto qualificata. Questa Comunità, ha una fede profonda e appartiene alla “Cintura della Bibbia” : 22 chiese a Point Pleasant per 5000 abitanti, e non un solo bar.

Attorno a Point Pleasant, i cieli si riempiono di luci che non si comportano come aerei o meteore . A volte oggetti luminescenti si posano sui campi o sulle strade davanti a degli automobilisti stupiti. Ed e’ allora che avviene un altro fenomeno, molto più turbolento.
Gli abitanti raccontano di avere intravisto una creatura sconosciuta,

una “specie di uccello” che somiglia più allo pterodattilo piuttosto che a un pappagallo d’appartamento o ad un gufo gigante!!

La storia comincia nel Mississipi, il 1 settembre 1966, a Scott, cittadina tranquilla e sconosciuta alla cronaca fino a quel giorno. James Ikart telefona al giornale locale spiegando che aveva osservato una creatura dalle sembianze umane mentre attraversava il cielo. I reporters si precipitano sul luogo ma, quando arrivano, la creatura e’ scomparsa. Altri testimoni confermano tuttavia il racconto di Ikart. Un metereologo interrogato dalla stampa, contrasta la versione dei testimoni e dichiara che i testimoni hanno visto… un pallone-sonda!! Il 15 settembre, un secondo “pallone-sonda” a forma umana viene avvistato nella stessa zona, poi più nulla!

Il tempo passa e le Persone disposte a firmare una testimonianza, si fanno sempre più rare, tanto che molti giornalisti arrivati sul posto, vengono scoraggiati nel proseguire le loro ricerche, con depistaggi, reticenza o scomparsa dei testimoni.
La testardaggine di alcuni reporter, fa riemergere i ricordi ad alcuni, i quali a mezze parole, parlano dell’Uomo Falena, delle sue ali di 3 metri, dei suoi occhi rossi, del terrore provato mentre furono vittime di un suo inseguimento.

Molte cittadini raccontano di essere stati “invitati” a tacere e dimenticare tutto! Il cortese invito proveniva da uomini che guidavano delle macchine nere, lussuose, ben tenute, ma già fuori produzione. Gli “uomini neri”, si presentavano a casa dei cittadini coinvolti negli avvistamenti, senza preavviso e vi si fermavano per qualche ora, tempo in cui sembra, inducessero le persone al silenzio, oppure li fermavano per strada, sempre con lo stesso scopo.

I black man, vennero così chiamati, oltre per il colore delle auto che guidavano, perché indossavano sempre abiti scuri, ordinati, ma di stile antiquato, fuori moda. La carnagione era scura e gli occhi a mandorla, tipicamente orientali. La polizia locale sembrava ignorare quanto stava accadendo nella cittadina e dintorni; quando riceveva delle segnalazioni, la polizia le cestinava o le occultava, sommergendole con faldoni di inutili verbali, denunce, circolari,… banali, ma sufficienti per bloccare ogni indagine.

Alcune famiglie ebbero dei fenomeni di Poltergeist, oggetti che si muovevano da soli, luci che si accendevano, telefoni che squillavano, ma se si rispondeva, si percepivano dei rumori metallici, raramente delle voci e delle frasi sconnesse.

L'Uomo Falena continua a sorvolare tra città e montagne indisturbato

Uomo o animale, il Mothman, concentrò le sue apparizioni in un anno, per poi sparire e ricomparire in anni e luoghi diversi, ma sempre in coincidenza con eventi importanti.
L’Uomo Falena è ancora tra noi, ma probabilmente chi lo incontra evita di raccontarlo, forse perché più impaurito dagli uomini neri che dal Mothman.
Meglio l’Uomo Falena che gli “uomini neri”? assolutamente Sì!
Pensandoci, non posso che avere umana comprensione,
anch’io avrei le stese paure ed anch’io sceglierei il Silenzio!
Fonte: gazzettinodellamagia.it
Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: