Le scoperte sugli UFO tenute segrete

 

alt

Grant Cameron, uno dei più famosi studiosi UFO al mondo, dirige online un progetto conosciuto come “The President’s UFO Website” (link). Il sito web ha il compito di catalogare materiali datati e studi sugli UFO provenienti da ogni amministrazione presidenziale americana, a partire da Franklin D. Roosevelt.

L’articolo di Cameron intitolato “President Carter, Daniel Sheehan, and Donald Menzel: The Congressional Research Service UFO Studies for President Jimmy Carter” descrive il ruolo svolto da Sheehan nell’analisi delle sezioni classificate nello studio sugli UFO dell’Air Force del 1969, conosciuto come Project Blue Book, che non è stato mai rilasciato per la pubblica distribuzione (per recuperare l’intero articolo digitate sul motore di ricerca di Google “The Marcia Smith Story — The President’s UFO Study.”).

Sheehan, che ho incontrato e discusso sul suo lavoro sugli UFO, è un Ph.D. di Harvard, è laureato in Legge e ha lavorato come consigliere generale per la U.S. Jesuit National Headquarters — National Office of Social Ministry a Washington D.C. Nell’anno 1976, ha anche lavorato come consulente per Marcia Smith, un’analista in Scienze e Tecnologia con il Congressional Research Service. All’inizio dell’amministrazione Carter, Smith è stata richiesta dalla U.S. House Science and Technology Committee per avviare due indagini importati:

  • Per determinare se sono esistite intelligenze extraterrestri nella nostra Galassia.
  • Per determinare se ci sia una relazione tra le intelligenze extraterrestri e il fenomeno UFO.

Il ruolo primario di Sheehan era quello di rivedere le sezioni classificate del Project Blue Book e fornire i suoi risultati a Smith, per includerli nella sua relazione alla commissione del Congresso. I materiali segreti del Blue Book erano custoditi in una sala a forma di volta nel seminterrato della Library of Congress’s Madison Building di Washington, e Smith ricevette il permesso dagli ufficiali dell’Air Force di far accedere Sheehan nel seminterrato.

alt

Sheehan ebbe il permesso di accedere da due agenti di sicurezza e da un funzionario in borghese. Quando entrò, Sheehan trovò un vasto assortimento di materiali inerenti gli UFO, tra cui un proiettore cinematografico 35 mm e numerosi filmati dove mostravano strani veicoli.

Dopo aver esaminato alcune cassette di filmati, scoprì una cassa metallica che comprendeva fotografie molto chiare di quello che sembrava un UFO precipitato al suolo. “Aveva colpito in questa zona e scavato, come a ciò che producono gli aratri sul terreno“, ha detto Sheehan. “Era incastrato nel lato del terreno fangoso, fino ad un angolo del terreno stesso. Era presente personale dell’Aeronautica. Guardai poi altre foto e notai che queste persone dell’Air Force stavano scattando delle fotografie“.

Nella foto notai che stavano scattando fotografie di questo veicolo. Una delle foto mostrava personale dell’Air Force che prendeva le misure di questa cosa con un grande e lungo nastro. Vedevo poi che queste persone portavano il parka (ndr CUI tipo di giacca a vento impermeabile), con pochi peli attorno al cappuccio. Notai inoltre che avevano una piccola targa con nome sulle loro giacche. Erano chiaramente persone della US. Air Force“.

Dopo aver visto i vari materiali classificati, Sheehan condivise le sue informazioni con Smith. Lei, a sua volta, scrisse due rapporti per la House Science and Technology Committee, uno sulle informazioni raccolte sull’intelligenza extraterrestre e un altro sugli oggetti volanti non identificati.

Sheehan affermò che il primo rapporto concluse che “ci sono da due a sei altamente intelligenti civiltà, con uno sviluppo altamente tecnologico nella nostra Galassia oltre noi“.

Nella seconda relazione, vi erano disegni delle diverse forme di UFO che erano stati avvistati”, Sheehan ha detto “il secondo rapporto non citava un caso in particolare, ma hanno affermato di credere che ci fosse un numero significativo di casi in cui le indagini dei funzionari della US. Air Force sono state incapaci di scartare la possibilità che uno o più di questi veicoli fosse in realtà proveniente da una di queste civiltà extraterrestri“.

Ad oggi, gli Stati Uniti hanno fallito nel farsi riconoscere pienamente e di divulgare i risultati classificati del Project Blue Book.

In effetti, nel mese di maggio 2010 ci fu una dichiarazione dell’Air Force che disse: “non esiste nessuna evidenza presente o scoperte da parte dell’Air Force che gli avvistamenti classificati come non identificati rappresentino sviluppi tecnologici o principi che vanno al di là della portata della moderna conoscenza scientifica“. Tale affermazione è in contrasto con le testimonianze di decine di ex militari statunitensi e funzionari governativi. E mentre la testimonianza di Sheehan non prova l’ipotesi di visite extraterrestri, indica comunque che l’Air Force ha fallito nel condividere la verità con tutto il pubblico quando, negli anni, ha affermato spesso che “non aveva nulla da nascondere“.

Il sito di Cameron contiene altri diversi episodi, molto interessanti, sul cover up sugli UFO, incluso uno con l’amministrazione Clinton. Si tratta di un vero e proprio tesoro per gli storici che si occupano di UFO e di altri analisti.

Articolo scritto da Bill Wickersham (professore aggiunto alla Università del Missouri sugli studi della pace e componente dei Veterani per la Pace)

Traduzione a cura del Centro Ufologico Ionico

Fonte

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger cliccano Mi Piace per questo: