WIKILEAKS TORNA SUGLI UFO

Wikileaks torna sugli Ufo con una notizia clamorosa <br/> Nel 2004 fu guerra tra Usa e una flotta aliena!Assange, ritorna sugli Ufo. In una recente intervista alla CBS, dichiara che sarebbero stati intercettati messaggi criptati relativi ad un rapporto dell’European Union Times nel quale si descriverebbe una guerra segreta tra Stati Uniti e una base UFO nel Sud del Pacifico. Il caso ‘Wikileaks UFO’ è ora al vaglio dello US Navy Network Information Center, con base a Camp Pendleton, in California. Il mondo attende col fiato sospeso. Almeno così dice il Guardian.

di SONIA T. CAROBI
Aveva detto di non possedere niente di “esclusivo” su tutta la solfa Ufo e Alieni. Poi, quasi per gettare acqua sul fuoco sacro delle attese di tanti, aveva pubblicato un documento che azzerava ogni speranza. Uno stralcio di una dichiarazione rilasciata da tal Yuriy Zhadobin, pomposamente definito capo dell’Intelligence bielorusso. Andare a caccia di extraterrestri è solo uno spreco di denaro. Chiusa qua.
Inutile dire che in qualche settimana il fascino di Wikileaks, almeno per gli appassionati dell’argomento, era andato giu’ in picchiata. Dal bunker di Stoccolma non sarebbero arrivate rivelazioni clamorose. E invece…


Era un bluff. E c’era da aspettarselo.
Qualche giorno fa mr. Julian Paul Assange, classe ’71, un passato da hacker birboncello e un futuro da Che Guevara smanettone del nuovo millennio, ha calato l’asso davanti ai giornalisti della CBS che stavano girando la loro puntata sul personaggio del giorno. Ufo? Siamo in piena guerra! Standing ovation. Naturalmente.
E mentre quella gentaglia che passa la vita a battere i polpastrelli su una tastiera di un pc (i giornalisti ndr) combatteva contro il rischio d’un coccolone in diretta lui, sornione, ha raccontato la sua storia. Mettetevi comodi. Ve la giriamo pari pari. In fondo siamo qui per questo.
Il giorno: Un sabato. Qualsiasi. La data: da non dimenticare. 10 Giugno 2004. Così, tutto d’un fiato. Come l’ha detta lui. La storia? Questa la raccontiamo piano. Almeno il tempo di una Camel. Dura.
Dunque. Un sabato qualsiasi di giugno. Una manciata di anni fa. Sette. Per la precisione.
Siamo in pieno Oceano Pacifico. Ad un tiro di schioppo da Guadalajara, un fumettone da quattro milioni di panzoni in bermuda floreali che qualcuno chiama eufemisticamente “abitanti”. Dal lato terra siamo a 1600 chilometri da confine con gli States. E così abbiamo sistemato anche Wikipedia.
Ma a noi interessa il mare. Magari quello che gratta la schiena di Honolulu. Ecco.
La scena si consuma proprio qui, tra le isole Hawaii e le coste del Messico. Uno straccio di Oceano dove qualcuno giura che… Vabbè. Lo diciamo tra un po’. Ritorniamo a quel sabato mattina. Non vado fortissimo in geografia, quindi non sono se uno deve scrivere, “caldo da togliere il fiato”, o “freddo cane”. Diciamo che c’è un sole che sale pigro sulla “perla dell’occidente”. E abbiamo sistemato anche le guide turistiche.
Negli uffici della United States Air Force stanno discutendo animatamente. Hiromi Oshima è la nuova playmate di Playboy. E’ la prima volta che la rivista di Hugh Hefner lascia tanto spazio ad una giapponese. E la cosa va valutata e discussa. Insomma, non hanno un tubo da fare.
Immaginatevi quando arriva una telefonata (magari non sarà stata proprio una telefonata, ma va bene così) è qualcuno comunica che dalle parti di Honolulu una flotta di Ufo si sta dirigendo verso il Mexico. Giusto il tempo di far sparire Playboy è parte l’allarme rosso. Comincia la Guerra dei Mondi.

Detta così sembra che uno ci voglia scherzare. Ma secondo Wikicattivo le cose sono andate esattamente in questo modo. Magari la faccenda di Hiromi non è ancora confermata, ma l’allerta per la flotta di oggetti non identificati è Storia. Il documento dice anche che i minacciosi OVNI (oggetti volanti non identificati) partivano da una loro base che è proprio nell’Oceano Pacifico.
A chi piacciono queste storie si possono giustificare anche le orecchie rosse. Non è da tutti i giorni sentirne una così. Anche perché Assange ci è andato giu’ duro. Mica l’ha sparata e basta. No. Ha aggiunto particolari.
I timori della popolazione americana per la presenza degli extraterrestri – si legge in questo misterioso documento – sarebbero cominciati almeno 13 anni prima. Nel ’91. Quando, in piena eclissi solare, alcuni aerei misteriosi sarebbero apparsi  a centinaia su tutto il territorio del Messico. Finanche su Città del Messico. La gente andava in giro con gli ombrelli. Dicono quelli esagerati. Fatto sta che i media americani non hanno mai trasmesso le immagini “per evitare che la popolazione vedesse”. Dal 2004 – continua la relazione – flotte di extraterrestri provenienti dall’Oceano del sud, hanno continuato tranquillamente ad uscire dalle loro basi e si sono spinte fino in Cile.
Roba da far accapponare la pelle. Ufo che hanno basi sotto l’Oceano, che volteggiano sulle teste dei messicani e dei cileni, e americani che ormai “si sentono in guerra”. Se non lo avesse detto il simpatico Assange, ci sarebbe da scherzarci su. E invece, noi di Gialli.it, abbiamo scelto di raccontarvela seriamente questa cosa. Chiudendo proprio con una dichiarazione di quelli della United States Air Force: “Il pericolo piu’ grande per noi è causato dalle enormi onde che queste flotte aliene provocano emergendo dalle acque dell’Oceano Meridionale”. E’ vero. Non c’avevamo pensato. C’è da preoccuparsi?

(10 febbraio 2011) fonte

DAL QUOTIDIANO ON-LINE “IL DEMOCRATICO”

Il fondatore di Wikileaks, Julian Assange, ha recentemente divulgato alcune informazioni riguardanti la presenza di alieni sulla Terra. E’ avvenuto durante una recente intervista alla CBS, nel programma 60 Minute, durante la quale nelle dichiarazioni di Assange sono stati intercettati messaggi segreti criptati alla rovescia grazie all’ausilio di un laboratorio mobile di monitoraggio audio, attraverso uno specchio audio a filtro digitale.
I messaggi segreti riguardano i dati di un rapporto dell’ European Union Times che descrive una guerra segreta degli Stati Uniti contro una base UFO nel Sud del Pacifico. Nell’ultima pubblicazione di Assange del mese di dicembre, nel giornale britannico The Guardian, si confermano notizie sugli UFO e l’ analisi delle notizie riguardanti ‘Wikileaks UFO’ è ora al vaglio delle agenzie di intelligence militari, tra cui la US Navy Network Information Center o NNIC, con base a Camp Pendleton, in California. La spettacolare battaglia è visibile sul sito web.
Tuttavia, le recenti apparizioni degli UFO negli spazi aerei sensibili di Gerusalemme , Victoria BC , New York e Dallas TX, devono essere rivalutate positivamente come azioni pacifiche pubbliche e politiche. L’intento degli alieni è di condividere le risorse potenziali del mondo con gli esseri umani. Questa vicenda è ora il soggetto di un nuovo episodio di SecretMessageTV e può anche essere ascoltata su Secret Segnala – Podcast Edition .

I messaggi segreti di Assange sugli UFO sono stati rilevati e campionati con una metodologia open source analitica ed analizzati digitalmente alla CBS Television lungo l’asse Y , che consente la riproduzione audio e il controllo audio in senso inverso. I messaggi individuati attraverso questa procedura sono costituiti da processi inconsci legati al parlare nel sonno ed ai lapsus freudiani. Essi forniscono ripetutamente informazioni involontarie, rivelando i contenuti inconsci della mente di chi parla. Examiner.com ha segnalato l’importanza di tale metodo e come tale l’analisi si è dimostrata efficace per la raccolta di informazioni militari, politiche, per la polizia scientifica , clinica e per rilevazioni di UFO .
Ecco una trascrizione parziale di alcune parti dell’intervista a 60 Minutes insieme ai messaggi segreti dal nuovo rapporto Vancouver:
Julian Assange: “Mi piacerebbe credere che la maggioranza della popolazione degli Stati Uniti non crede che il signor Assange sia un terrorista né chiede che venga assassinato da parte di personalità politiche popolari negli Stati Uniti. D’altra parte, l’incitamento ad uccidere è un problema serio e vi è una parte della popolazione che crede che cio’ si possa realizzare “.
Messaggio segreto: Io non sono uno di voi.
Julian Assange dice: “Ora ci sono alcune opinioni [tra cui quelle del segretario di Stato Usa Hillary Clinton ] che sostengono che stiamo sovvertendo la loro autorità. Ha ragione, stiamo sovvertendo l’autorità illegittima. La questione è sapere se l’amministrazione è legittima o illegittima. “
Messaggio segreto: l’Iran ha il nucleare.
Julian Assange dice: “Quello che abbiamo è un sistema che prevede di distribuire i backup criptati di cose che si devono ancora rendere note. Ci sono copie di backup distribuiti tra molte, molte persone – 100.000 persone. Tutto quello che dobbiamo fare è dare loro una chiave cifrata. Essi saranno in grado di continuare … Se un numero di persone saranno imprigionate o assassinate allora capiremo che non si puo’ andare avanti così perchè altre persone potranno impadronirsi del nostro lavoro e allora divulgheremo quelle chiavi. “
Messaggio segreto: Credo che questa battaglia sarà cruenta.
Julian Assange dice: “Non voglio fare alcun commento in relazione a quella prossima pubblicazione per quanto riguarda il contenuto di un disco rigido che contiene 5 GB di dati bancari riservati .
Messaggio segreto: E’ alieno. Ora nascosto.
J.Assange afferma:”Sono le nostre fonti ed hanno scelto di darci informazioni oppure no in base a come vedono le nostre azioni. I nostri donatori scelgono di darci i soldi oppure no. Questa organizzazione non puo’ sopravvivere per piu’ di qualche mese senza l’appoggio costante del pubblico”.
Messaggio segreto: La città piattino.
Lo scorso dicembre l’European Union Times ha dichiarato che “ Gli Stati Uniti sono arrivati al loro massimo livello di guardia il 10 giugno 2004, quando un’imponente flotta di UFO si è innalzata dalla parte sud dell’Oceano e si è avvicinata a Guadalajara, in Messico, a 1.600 km dal confine americano. Prima di arrivare fino al confine con gli USA, questa flotta di alieni, ha fatto ritorno verso sud, in direzione della loro “casa nell’oceano”, la loro base.
I timori della popolazione americana per la presenza degli extra-terrestri è iniziata – afferma la relazione – l’11 luglio 1991 (e di seguito il 7 ottobre), quando, durante l’eclissi solare, alcuni aerei misteriosi apparvero a centinaia su tutto il territorio del Messico, anche sulla capitale Città del Messico. I media americani non trasmisero le immagini per evitare che la popolazione vedesse. Dal 2004 – continua la relazione – flotte di alieni provenieneti dall’Oceano del sud, hanno continuato ad uscire dalle loro basi fino a poco tempo fà quando un’altra flotta di UFO è stata avvistata in Cile. “Il pericolo piu’ grande per noi è causato dalle enormi onde che queste flotte aliene provocano emergendo dalle acque dell’Oceano Meridionale (probabilmente la sede delle loro basi sottomarine)”.

Una risposta a WIKILEAKS TORNA SUGLI UFO

  1. […] Articolo originale: WIKILEAKS TORNA SUGLI UFO Share and Enjoy: Misteri […]

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger cliccano Mi Piace per questo: