Scoperto Il Pianeta Oscuro

Gli astronomi hanno scoperto il pianeta extrasolare più buio in assoluto, delle dimensioni di Giove e chiamato TrES-2b.

Le loro misurazioni mostrano che TrES-2b riflette meno dell’uno per cento della luce stellare che cade su di esso, rendendolo più nero del carbone o di qualsiasi altro pianeta o luna nel nostro Sistema Solare.
Il nuovo lavoro appare in una carta nelle Comunicazioni rivista mensile della Royal Astronomical Society.
“TrES-2b è molto meno riflettente del nero acrilico, quindi è veramente un mondo alieno” ha detto l’astronomo e l’autore David Kipping del Harvard-Smithsonian Center for Astrophysics (CfA).
Nel nostro Sistema Solare, Giove è avvolto in nubi luminose di ammoniaca che riflettono più di un terzo della luce solare. Al contrario, TrES-2b (che è stato scoperto nel 2006 dal Trans-Atlantic Survey Exoplanet, o TrES) manca di nuvole riflettenti a causa della sua alta temperatura.
TrES-2b orbita intorno alla sua stella a una distanza di soli cinque milioni di chilometri. L’intensa luce della stella, riscalda TrES-2b ad una temperatura di oltre 1000 gradi Celsius (troppo caldo per le nuvole di ammoniaca). Invece, la sua atmosfera esotica contiene prodotti chimici che assorbono la luce come il sodio e il potassio vaporizzato e l’ossido di titanio. Eppure nessuna di queste sostanze chimiche puó spiegare completamente l’oscurità estrema di TrES-2b.
“Non è chiaro quello che ha la responsabilità di rendere questo pianeta così straordinariamente oscuro”, ha dichiarato il co-autore David Spiegel dell’Università di Princeton.
“Tuttavia, non è completamente nero come la pece. E’ così caldo che emette un debole bagliore rosso, molto simile ad un tizzone ardente o alle bobine su un fornello elettrico.”
Kipping e Spiegel ha determinato la riflettività di TrES-2b utilizzando i dati della sonda Keplero della NASA.
Keplero è progettato per misurare la luminosità delle stelle lontane con estrema precisione.
Il team ha monitorato la luminosità del TrES-2 del sistema quando il pianeta orbitava attorno alla sua stella.
Hanno rilevato un oscuramento sottile di luminosità grazie alla fase di cambiamento del pianeta.
TrES-2b si crede che sia in rotazione sincrona come la nostra Luna, in modo da mostrare solo un lato alla stella. E come la nostra Luna, il pianeta mostra fasi di cambiamento, facendo sì che la luminosità totale della stella più il pianeta varino leggermente.
“Unendo la precisione impressionante di Keplero con le osservazioni di oltre 50 orbite, abbiamo rilevato la più piccola in assoluto variazione di luminosità di un pianeta extrasolare: soli 6 parti per milione”, ha detto Kipping. “In altre parole, Keplero è stato in grado di rilevare direttamente la luce visibile proveniente dal pianeta stesso”.
Le fluttuazioni estremamente piccole hanno dimostrato che TrES-2b è incredibilmente oscuro. Un mondo più riflessivo avrebbe mostrato variazioni di luminosità più grandi, mentre cambia la sua fase.
Keplero ha individuato più di 1.200 candidati planetario nel suo campo visivo. Ulteriori analisi riveleranno se eventuali altri pianeti insolitamente scuri si nascondono in tali dati.
TrES-2b orbita intorno alla stella GSC 03549-02811, che si trova a circa 750 anni luce di distanza in direzione della costellazione del Dragone. (Un anno luce è circa 10 milioni di milioni di chilometri).

Fonte: sciencedaily.com tratto da nemsisprojectresearch.blogspot.com

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger cliccano Mi Piace per questo: