I rapporti segreti tra America e Italia

luglio 16, 2011

Blu Notte – OSS, CIA, Gladio, i rapporti segreti tra America e Italia IL’Office of Strategic Services (OSS) era un servizio segreto statunitense operante ai tempi della Seconda guerra mondiale. È stato il precursore della CIA.

Fu istituito nel giugno 1942 con lo scopo di coordinare la gestione della raccolta di intelligence militare a livello centrale, assumendo in ciò un ruolo sovraordinato ad ogni altra analoga struttura già esistente nelle forze armate americane

Central Intelligence Agency (CIA) è l’agenzia di spionaggio per l’estero degli Stati Uniti d’America, responsabile dell’ottenimento e dell’analisi delle informazioni sui governi stranieri, sulle società, sugli individui e sulla segnalazione di tali informazioni ai vari rami del governo degli Stati Uniti. Dispone inoltre di un ampio apparato militare segreto, che durante la guerra fredda era responsabile di diverse campagne clandestine contro i governi stranieri dei paesi nemici. La sede centrale si trova a Langley, in Virginia, vicino il fiume Potomac e Washington.

Gladio è il nome di un’organizzazione clandestina di tipo “stay behind” (“stare in retroscena”) promossa dai servizi d’informazione italiani e dalla NATO per contrastare un’eventuale invasione sovietica dell’Italia.

Malgrado Gladio sia propriamente utilizzato in riferimento solo alla “stay-behind” italiana (o, secondo alcuni, la principale e più duratura tra diverse stay-behind che operarono in Italia), il termine è stato applicato dalla stampa anche ad altre operazioni di tipo stay-behind. Durante la guerra fredda, quasi tutti i paesi dell’Europa occidentale organizzarono reti stay-behind sotto controllo NATO.

L’esistenza di Gladio, sospettata fin dalle rivelazioni rese nel 1984 dal membro di Avanguardia Nazionale Vincenzo Vinciguerra, durante il suo processo, fu riconosciuta dal Presidente del Consiglio italiano Giulio Andreotti il 24 ottobre 1990, che parlò di una “struttura di informazione, risposta e salvaguardia”. Gladio è stata accusata di aver tentato di influenzare la politica interna usando la strategia della tensione.

Fonte: Blu Notte – YouTube –
Annunci

Le oscure Verità sull’unità d’Italia

marzo 17, 2011
Fonte: (Canale Youtube)

Continua il mistero dei boati nel Fadalto

febbraio 15, 2011

Ancora senza soluzione il mistero dei boati che da qualche settimana spaventano gli abitanti della Val Lapisina e del Fadalto, frazione del comune di Vittorio Veneto in provincia di Treviso. Evento sismico? Movimenti di falde nel cuore delle montagne? Frane?

Le riunioni tecniche di questi giorni smentiscono la possibilità che questi anomali fenomeni acustici abbiano un’origine sotterranea riconducibile a terremoti.
Gli strumenti hanno infatti registrato solamente eventi superficiali (115 microscosse e vibrazioni nel raggio di due chilometri registrare tra il 26 gennaio e l’1 febbraio 2011) non riconducibili a movimenti di faglie profonde.
“Da quando abbiamo installato i sismografi e avviato le registrazioni – ha spiegato Pierluigi Bragato, sismologo del Centro di ricerche Sismologiche (CRS) di OGS, l’Istituto nazionale di oceanografia e di geofisica sperimentale – gli eventi acustici sono diminuiti per numero e intensità. Abbiamo evidenziato una corrispondenza fra i boati avvertiti dalla popolazione locale e i segnali sismici registrati”.
“Anche se non ne abbiamo la certezza assoluta, si ipotizza possa trattarsi di masse rocciose poco profonde (qualche centinaio di metri) che si trovano in uno stato di tensione e che, fratturandosi e liberando energia, producono i rumori che la popolazione sente” dice Paolo Comelli direttore del CRS.
Secondo il geologo Paolo Marsan della Protezione civile nazionale, “la fenomenologia segnalata sembra avere cause superficiali e non sarebbe attribuibile a fenomeni tettonici di profondità”.
Proprio per questo lo stesso Marsan ha invitato “ad una ulteriore ricerca sull’altopiano del Cansiglio, per capire se esiste un bacino sotterraneo alle spalle della zona dei boati che possa produrli.
Rimane comunque alta la guardia a livello di piani di intervento ad opera della protezione civile e delle norme antisismiche obbligatorie per i comuni interessati.
Fonte: alternativasostenibile.it di Lisa Zillio

LA STRAGE DI USTICA…UN MISTERO ITALIANO

gennaio 11, 2011

Puntata dalla trasmissione Blu Notte di Carlo Lucarelli sulla strage di Ustica.

BUONA VISIONE




%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: