Aeronautica e KGB avrebbero frammenti di oggetti non terrestri

luglio 26, 2011

In questi giorni si è tenuto l’ottantesimo anniversario della nascita di Marina Popovich, ex colonnello delle Forze Aeree dell’ex Unione Sovietica, ingegnere e leggendario pilota colladuatore sovietico (107 record mondiali di volo su 40 tipi di velivoli). Nata il giorno 20 luglio 1931, è stata sposata con l’astronauta Papel Popovich, matrimonio poi finito con un divorzio.
E’ sempre stata una battagliera in tema UFO, lottando strenuamente contro il muro di censura presente in quei determinati anni nell’ex Unione Sovietica. Tra l’altro, ha scritto alcuni libri sulla tematica tra cui “UFO sul pianeta Terra” pubblicato come prima edizione nel 2003 (ndr inedito in Italia).
Marina Popovich ha fatto parte della Commissione Studio Fenomeni Aerei Anomali presso la prestigiosa Accademia delle Scienze Russa.
Nel 1991 fece scalpore nell’opinione pubblica (ndr dichiarazioni oggi totalmente dimenticate) con delle affermazioni quanto meno intriganti. La Popovich ammise che “le Forze Aeree sovietiche e il KGB hanno a disposizione frammenti di cinque UFO precipitati. Il materiale è stato esaminato scientificamente e si è giunti alla conclusione che non potevano essere stati prodotti sulla Terra, utilizzando semplice tecnologia terrestre”.

Leggi il seguito di questo post »

Annunci

Archivi nazionali USA: “nessun contatto nemico, ma un contatto alieno”

luglio 10, 2011

Ecco cosa scrive direttamente Joe Gillette – archivista del National Archives degli USA – nel suo blog “The Text Message” – blog inserito ufficialmente nel sito degli Archivi Nazionali americani (NARA):

Durante la Guerra del Vietnam, i comandi dell’esercito Americano conservavano i giornali quotidiani che documentavano gli eventi assortiti. La maggior parte delle voci erano relativamente banali, documentavano incontri tra persone dello staff, viaggi personali, messaggi in ingresso ed uscita e altri similari. Alcuni avevano un significato più amministrativo, come i cambi al comando, l’assegnazione delle medaglie oppure la custodia delle relazioni. Naturalmente, molte, contengono le descrizioni di combattimento contro il nemico.
Leggi il seguito di questo post »

IL CASO UFO AVVISTATO DAL VOLO 1628 JAPAN AIRLINES NEL 1986

luglio 5, 2011

I passeggeri del volo 1628 Japan Airlines erano vicino alla tratta finale Islanda – Anchorage sul volo da Parigi a Tokyo, quando il capitano con il suo equipaggio videro ed individuarono chiaramente tre oggetti non identificati. La notte del 17 novembre 1986, l’osservazione di almeno uno di questi UFO è stata ufficialmente confermata dai radar militari dalla FAA e gli Stati Uniti rendendo questo caso uno dei piu famosi casi OVNI giapponesi.

Il pilota Kenju Terauchi descrive in modo accurato e serio questo incontro ravvicinato “incredibile” nel suo verbale:

Il Capitano Terauchi, un veterano con 29 anni di esperienza, ha dichiarato: “Era molto grande, una o due volte più grande di una portaerei.”. Ho cambiato l’altitudine con il permesso dalla FAA, al fine di identificare gli oggetti che pero hanno modificato assetto e livello ed hanno continuato a seguirci. Racconta che gli oggetti si muovevano rapidamente per poi fermarsi bruscamente. Allo stesso tempo, la luce del grande oggetto era così intensa che illuminava la cabina di pilotaggio dell’aereo e Terauchi disse che poteva sentire il calore di questa luce sul viso. Disse che aveva osservato l’UFO per sei minuti prima di informare chiunque a terra, si deduce che l’osservazione visiva sia iniziata alle 18:13. Secondo il capitano Kenju Terauchi, il co-pilota Takanori Tamefuji e l’ingegnere di volo Yoshio Tsukuda, due piccole luci ed un luminoso oggetto enorme fu visibile sui loro radar per più di mezz’ora mentre veniva osservato visivamente volando a 350 miglia (550 chilometri) a sud attraverso dello Yukon di Anchorage in Alaska. Terauchi chiamo gli oggetti “le due navi di piccole dimensioni e la nave madre”, e rimarcò lo stupore osservando mentre scomparve e riapparve e quindi si mosse rapidamente fino a fermarsi all’improvviso.

Riportò che non riusciva a spiegarsi gli eventi, se non ipotizzando che vide qualcosa di origine extraterrestre. Parlando in inglese con l’aiuto occasionale di un traduttore, Terauchi ha mappe, immagini e annotazioni ed aggiunte tecniche per descrivere l’accaduto essendo una persona notoriamente precisa. La FAA inizialmente confermò le dichiarazioni di diversi radar dei controllori del traffico che il suo il 747 e il grande oggetto entrambi erano rilevati, è che fu confermato anche dai radar delle Forze aeree degli Stati Uniti. Le relazioni ufficiali che seguirono hanno cercato di negarlo, attribuendo gli echi radar ad avverse condizioni climatiche. Tuttavia, un portavoce della FAA infine ha ammesso: “Noi accettiamo le descrizioni della squadra, ma non possiamo accettare quello che avevano visto.(fonte asahi)

Fonte: www.youkosoitalia.net/2010/08/18/il-caso-ufo-avvistato-dal-volo-1628-japan-airlines-nel-1986/

Cile: nel 1969 un UFO causò il terrore in un paese

giugno 25, 2011

La notizia apparve su “Revista Vea”, numero 1567 del 12 giugno 1969 e racconta un episodio che accadde in quel periodo e che gettò nel terrore l’intera comunità del piccolo paese di Vicuna (Cile).

L’articolo riportato all’epoca racconta di una strana luce che svegliò un gruppo di residenti del settore Gabriela Mistral nelle prime ore di martedì 3 giugno 1969. Allarmati consultarono gli orologi. Mancavano cinque minuti alle sei del mattino e, a quell’ora, il cielo è normalmente scuro. I cittadini si riversarono nelle strade. Le lampade si strada erano nulla rispetto alla luminosità che emanava l’oggetto brillante nel cielo. Era un UFO che roteava ad una velocità incredibile.

Leggi il seguito di questo post »


Costa Rica UFO Dossier

febbraio 22, 2011

alt

Pubblichiamo un interessante articolo, apparso sul sito di “Open Mind” e scritto dal cileno Antonio Huneeus, uno dei più grandi ufologi al mondo. Viene approfondito il semisconosciuto, ma molto affascinante mondo degli UFO in Costa Rica. Buona lettura:

Quando ho visto nei giorni scorsi una storia web inerente un video recente e di altri avvistamenti di UFO intorno al lago Arenal a nord del Costa Rica, ho riportato in mente i ricordi di un viaggio di ricerca che feci in quella stessa area nel 1996. Avevo partecipato alla “UFO International Conference” a San José (i relatori includevano lo scienziato NASA in pensione Dr. Richard Haines, il famoso giornalista TV messicano Jaime Maussan e lo scrittore, autore di bestsellers, Javier Sierra) e il giorno dopo alcuni di noi si recarono al lago Cote nella regione Arenal. Fu qui che, nell’anno 1971, si verificò il caso più famoso del Costa Rica che produsse una delle immagini di UFO scientificamente interessanti mai prese. Il Dr. Haines, che aveva già analizzato la foto con il Dr. Jacques Vallée, fu davvero scalpitante nello partire, in quanto non si era mai recato in quella posizione di terra. Con noi ci furono anche i fratelli Ricardo e Carlos Vilchez, e l’ufologo più conosciuto in Costa Rica Edgar Picado che gestisce il blog ovnicr.com. Quello che scoprimmo è che ci furono numerosi avvistamenti di UFO di recente, attorno ai laghi Cote e Arenal e che questi fenomeni sono ancora in corso.

Leggi il seguito di questo post »


GEIPAN: “Nel 1979 un enorme UFO triangolare sopra la Loira”

febbraio 9, 2011

altAnalizzando i casi catalogati dal GEIPAN francese e inerenti i casi PAN D (casi UFO che rimangono definitivamente inspiegati), troviamo un caso molto interessente, con effetti fisici su testimone.

L’avvistamento accadde il giorno 16 luglio dell’anno 1979. Due testimoni, fratello e sorella, si trovavano nella regione Pays de la Loire (dipartimento Loire – Atlantique), quando alle ore 2 di notte notarono qualcosa di strano nel cielo.

L’avvistamento durò circa 4 minuti e fu notato da casa dei testimoni. Osservarono sopra un porto, di cui non sono state rese note (per la privacy) le coordinate, un enorme UFO di forma triangolare.

Le dimensioni dell’oggetto sono state considerevoli, di circa 100 metri di lunghezza ed era “molto piatto, più largo che alto“. Il misterioso velivolo aveva un colore rosso intenso, la parte superiore era provvista di una cupola avente un poggio tondeggiante di colore giallo intenso, con una forte luminosità. Durante l’avvistamento, i testimoni notarono che il contorno dell’alone luminoso era estesamente netto e non rifletteva luminosità nè in cielo, nè in mare.

I testimoni, scioccati, lo videro poi scomparire ad una velocità molto alta, con movimento in orizzontale, in direzione Ovest / Est.

Uno dei testimoni, qualche istante prima la comparsa del velivolo sconosciuto, udì un ronzio molto forte alle orecchie. Fu quell’effetto fisico a convincere uno dei testimoni (il fratello) a scendere dalla sua camera e recarsi sulla terrazza. Una volta sul posto notò l’oggetto, visto qualche secondo dopo anche dalla sorella, che non avrebbe invece avuto nessun effetto fisico.

Il caso rimane “non spiegabile”

Documento declassificato dalla Gendarmeria (in pdf)

Fonte: centroufologicoionico.com

RIUNIONE TRA IL PRESIDENTE AMERICANO E RAPPRESENTANTI EXTRATERRESTRI?

gennaio 13, 2011

Il sito internet   http://www.allnewsweb.com, nella persona di Michael Cohen, ha pubblicato questa mattina un post nel quale da notizia di una riunione segreta tenutasi negli USA il 14 marzo scorso, alla quale avrebbe preso parte il presidente americano Barack Obama.
La riunione sarebbe avvenuta in un’installazione militare segreta sotterranea ed avrebbe avuto come oggetto la possibilità di avviare una divulgazione graduale al pubblico sull’esistenza di forme di vita extraterrestri confermando, nel contempo, ciò che da anni si ipotizza solamente: l’avvenuto contatto, nel corso degli ultimi 60 anni, tra il governo americano ed almeno tre razze aliene che visiterebbero da sempre il nostro pianeta. Alla riunione, oltre al presidente statunitense ed al suo staff, avrebbero preso parte altre importanti personalità tra cui: Edgar Mitchell, sesto uomo ad aver camminato sulla Luna con il programma Apollo ed attuale sostenitore della divulgazione, Paul Hellyer, ex ministro della Difesa canadese, anch’egli promotore della divulgazione UFO, Simon P. Worden, della Divisione di ricerca della NASA, Bill Gates, magnate, fondatore ed ex proprietario della Microsoft, un rappresentante del Vaticano e due rappresentanti diplomatici della Cina e della Russia, in qualità di osservatori.
Durante questa riunione, si sarebbe tenuta una sorta di teleconferenza con i rappresentanti di queste tre razze aliene che proverrebbero dalla cinta di Orione, da Andromeda e da un pianeta non meglio identificato situato nella nostra Via Lattea.
Nel corso di tali comunicazioni, Edgar Mitchell sarebbe stato colto da malore e soccorso prontamente da personale medico presente nell’installazione. La riunione si sarebbe conclusa con una uniformità di intenti: avviare la graduale ammissione da parte di tutti i governi del mondo che la razza umana non è l’unica presente nell’universo e cominciare a divulgare tutta verità sulla presenza aliena nel nostro pianeta.

Altre notizie vengo rinviate ai prossimi aggiornamenti.

Fonti: http://www.allnewsweb.com – danilo1966.splinder.com


%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: